C.L.R. Coordinamento Lesbiche Romane

“Frammenti di me” di Caterina Dietrich

2016-11-12_locandina-clr

Il Coordinamento Lesbiche Romane

presenta il libro

Frammenti di me

apostrofi temporali di vita

di

Caterina Dietrich

 

Casa Internazionale Delle Donne – Sala Simonetta Tosi ore 18.00

 

Sinossi: Una narrazione lucida e commovente ci illustra una prospettiva diversa e ci fa capire come la vita, nonostante le avversità, sia solo quella che costruiamo noi con le nostre mani. Una vicenda autobiografica narrata con delicatezza e sensibilità, pagine toccanti che l’autrice ci regala mettendo a nudo la sua storia; un racconto coinvolgente che ci spinge a riconsiderare i confini dei nostri limiti e delle nostre possibilità.

 

Sarà presente l’autrice

Maggiori info QUI

 

 

INGRESSO SOLO DONNE

Margherita Giacobino

K e clr

Sabato 24 ottobre 2015
ore 18,30

Sala Simonetta Tosi
Casa Internazionale Delle Donne di Roma
Via San Francesco di Sales 1/A

Presentano il libro

RITRATTO DI FAMIGLIA CON BAMBINA GRASSA
di Margherita Giacobino

Dalla quarta di copertina:
<< Nasco femmina in una famiglia di donne e rappresento il futuro e la continuità col futuro. Mia madre, nutrita dall’amore e dalla forza della generazione che la precede, vede in me la logica e fortunata evoluzione di quel che è stato. Tutto si ripeterà così come l’ha conosciuto, ma in circostanze migliori, senza la morte e la guerra. Sono una bella storia in attesa di essere raccontata >>

Lucilla Ciambotti ne parlerà con

MARGHERITA GIACOBINO, nostra gradita ospite

 

La staff del Kesbilè sarà lieta di offrire un aperitivo

Dirsi lesbica di Natacha Chetcuti

copertina_dirsi lesbica

Il caffè letterario e C.L.R. 

presentano

DIRSI LESBICA

Vita  di coppia, sessualità, rappresentazione di sé

di Natacha Chetcuti

Un viaggio nel mondo lesbico per comprendere percorsi individuali, relazionali e sociali

sabato 28 febbraio ore 18.30
Casa Internazionale delle Donne

L’autrice  ne parla con

  • Elena Biagini
  • Lucilla Ciambotti
  • Stefania Vulterini

Per la collana Sessismo&razzismo, un libro innovativo, che mette al centro i percorsi individuali e relazionali che portano alla costruzione di sé come lesbica. Dirsi lesbica, nominarsi come tale, è un atto politico. La ricerca della sociologa francese Natacha Chetcuti si concentra sulle rappresentazioni e sulle pratiche esistenziali e politiche lesbiche. L’autrice ci porta dentro e attraverso il mondo delle coppie lesbiche con numerose interviste. La cosa più significativa che ne viene fuori è la simmetria che caratterizza il rapporto, il desiderio e il piacere, rendendo le donne che si amano ambedue soggetto. Le lesbiche si sottraggono a una condizione di oggetto, spiazzando e denaturalizzando la costruzione binaria dei generi e dunque l’eterosessualità obbligatoria.

EVENTO APERTO A SOLE DONNE

ODISSEA di Cristina Zanetti

odissea_zanetti_sitoeventi

Archivia e CLR

presentano

ODISSEA 

Cronache d’incoscienza e di vita estrema

Di Cristina Zanetti

 Venerdì 21 Novembre 2014

Ore 18,30

Non è un libro sul cancro, ma sulla gioia di stare insieme.  

Marina nel cerchio energetico della sua sfamiglia

 

Ne parleremo insieme a GIOVANNA OLIVIERI e l’autrice CRISTINA ZANETTI

SINOSSI: Marina è napoletana e vive a Bologna da molti anni. È ostinata, testarda, irremovibile. Non si scoraggia davanti alle difficoltà e le supera. Ha sempre ragione, non ammette gli errori e persevera. In napoletano è “capatosta”. Generosa e intrattabile, geniale e intraprendente,imprevedibile e irascibile. E’ amata o detestata, senza mezze misure. Di colpo deve fare i conti con una novità che sconvolge la sua vita e quella del gruppo di donne che la circonda…

L’AUTRICE: Cristina Zanetti, laureata in Filosofia, si dedica attualmente alla scrittura, al cinema indipendente delle donne e cura il blog www.geysir.itNel 1993 fonda, insieme a Marina Genovese e all’Associazione Culturale Lesbica Visibilia, “IMMAGINARIA. Festival Internazionale del Cinema Lesbico” rinominato in seguito “Festival Internazionale delle Donne Ribelli, Lesbiche, Eccentriche…” (www.immaginaria.org), occupandosi della programmazione cinematografica. Il suo primo romanzo “Stop Movie. L’ingrato compito di vivere al passato”, Cicero, Venezia 2009 (www.stopmovie.it), è stato presentato in tutta Italia.

a seguire

L’anteprima nazionale del nuovo cortometraggio di

Sirka Capone

stella di mare

A più di due anni dalla realizzazione di “Dhe lell world”, parodia della serie tv “The L word”, in cui la protagonista Carlina Benvenuti, pescivendola di Livorno, incontrava per la prima volta nella sua vita la possibilità di accedere al meraviglioso mondo del cinema, “Stella di mare” ci porta a misurarci con un’artista ormai affermata e unica nel suo genere.

Abbiamo colto la palla al balzo… quando il festival di cultura lesbica di Toulouse ci ha invitate in primavera per proiettare il corto precedente; abbiamo quindi deciso di girare durante il viaggio e la permanenza in Francia. La storia si ambienta in auto, durante il lungo viaggio Livorno-Toulouse e al festival Printemps lesbien de Toulouse.

Durante la serata verranno presentati i precedenti corti a tematica lesbo-femminista della  regista. Alla proiezione di “Stella di mare” seguirà una performance live della cabarettista Carlina Benvenuti.

INGRESSO SOLO DONNE

Casa Internazionale Delle Donne

Via San Francesco Di Sales 1/B

Ma però di Moira Ferrari

131206_ma_però_web

Se non sei potuta venireQUI puoi guardare lo spezzone dal titolo “19 marzo, giove”

Coordinamento Lesbiche Romane

Presenta

Ma però

Reading con Angela Soldani tratto dal romanzo omonimo di Moira Ferrari

L’opera che verrà messa in scena consiste nella rappresentazione di una finzione tratta da un diario, una auto-fiction; il classico genere letterario comprendente memorie personali. La protagonista, Virginia, fa la seconda media e comincia a scrivere un diario. Continuerà per un anno …

Poiché parla dell’amore tra donne, “Ma però” è un romanzo lesbico, perché il lesbismo è una questione d’amore. L’opera dissacra molti altari della lesbian way of life, certo romanticismo, ma anche alcuni sacri rituali del lesbismo politico; non per questo “Ma però” è opera nichilista, come non lo era l’autrice: un conto è l’esercizio anche sfacciato della critica, altro è la posa della demolizione di ogni speranza e di ogni rischio.

Alla dissacrazione si accompagna una timida, umile ma solida consacrazione della dignità del conoscere, dell’amare e anche del lottare. Tutto questo in una lingua giocosa e colta, con divagazioni, rimandi, dialetti, sciarade e acrostici, citazioni, stranierismi, poesie, perché la passione dell’autrice era la vita e questa si esprime con la forza della lingua.

Moira Ferrari: nata a Pistoia nel 1965, prematuramente scomparsa nel 2008. In una occasione pubblica si presentò con queste parole: “è una splendida lesbica dell’acquario, gattolica praticante; ama leggere bere fumare scrivere e criticare tutto e tutt*; da piccola avrebbe voluto essere pittrice e milanese, invece è filologa romanza, insegna lingua e letteratura francese nei licei e si divide tra Firenze, il Mugello e Tokyo, dove vive la sua compagna; è stata lesbica e separatista da quando ha memoria di sé, perciò ha partecipato a convegni ed eventi lesbici dal 1981 in poi, e ne ha organizzati”. A noi piace ricordarla così, nel tempo presente.

Angela Soldani: toscana, è un’attrice lesbica comica da anni molto apprezzata nel movimento. Ha interpretato le opere teatrali di Elena Rossi L’Annuncio (1996), La Batongheide (1998), Primo piano (2005), FaStrAmAstro i.t.s. (2009), Punti di vista/Spunti di svista (2010) spettacoli che hanno avuto numerose repliche all’interno di eventi lesbici e gay: interpreta anche le poesie di Elena Rossi, Rime tempestose. Nel 2005 ha tenuto un seminario sull’urlo al campo lesbico di Agape (Torino). Al cinema la si può vedere nei lungometraggi di Milli Toia Le pietre del sapere, L’ordine delle stelle, Le pietre degli inganni, Le pietre e l’amore

6 Dicembre 2013

Ore 18.00

Sala Simonetta tosi

Casa Internazionale Delle Donne

Via San Francesco di Sales 1/b

 

ingresso solo donne

 

virginiawoolf. Ho comprato la mia libertà

 

13.11.22_locandina_clr_web

Venerdì 22 Novembre 2013 

ore 18,30

Casa Internazionale Delle Donne – Sala Simonetta Tosi
Via San Francesco di Sales 1/A, Roma

presentazione de l libro

‘‘virginiawoolf
Ho comprato la mia libertà’’
di
Alessia Ballini

intervengono:

Elena Biagini e Giovanna Olivieri

Un’analisi quanto mai attuale negli strumenti critici utilizzati e nella capacità di elaborazione della tematica woolfiana, nata dalla passione per l’icona indiscussa della letteratura femminile del Novecento. Un saggio in cui lo studio accademico si salda con la tensione intellettuale di chi vuole capire il mondo e opporsi agli stereotipi. Perché la letteratura era per Alessia Ballini una passione intellettuale nella quale confluiva la riflessione sulla realtà materiale nella quale si trovava a vivere; con spirito libero e fedeltà verso se stessa. L’autrice ha qui saputo trasformare l’impegno di studiosa in un’esperienza culturale e politica viva che traspare in ogni pagina scritta del suo libro

Il libro è pubblicato dalla Società Editrice Fiorentina nella collana “Genio femminile. Ritratti e istantanee” curata da “Archivio per la Memoria e la scrittura delle donne Alessandra Contini Bonacossi” nata nel 2008 proprio grazie alla spinta e al sostegno di Alessia Ballini nel suo ruolo di Assessore Provinciale.

INGRESSO SOLO DONNE

 

Quattro Quarti di Giulia Dalena

12.11.16_libro_quattro_quarti_mini_mini

Il Coordinamento Lesbiche Romane

 

 Incontra

 

 Giulia Dalena

 

Scrittora lesbica femminista ed il suo libro

 

 QUATTRO QUARTI

 

QUATTRO QUARTI è una raccolta di schegge, di istantanee, di ricordi, che raccontano una queste vite, facendo risuonare quella voce di dentro che tante donne nemmeno pensano di avere, nemmeno odono o vogliono sentire: dalla presa di consapevolezza di essere aliena al sistema-mela alla fatica di riscrivere il proprio vocabolario, dall’incontro fortificante con le altre donne alla condivisione della lotta politica con loro.

Come lo vuoi questo mondo bambina?

– Come una mela …

E dove abiterai?

– In una delle due metà, è ovvio.

E chi la governerà questa mela?

– La governeranno il re e la regina

E tu sarai re o regina?

– Io sarò regina, è ovvio!

E fuori dalla mela cosa ci sarà?

– Niente.

Perché?

– Perché io e il mio re non potremmo governare tutto ciò che sta al di fuori …

Il nostro amore non è la mela. Ingovernabile e sfuggente al controllo.  Non si iscrive, non quadra, non si assimila alle due metà assiomatiche. Non è spicchio né buccia né baco. È un altro frutto. È un altro dizionario. Il nostro frutto genera altre polis. La notizia è di quelle scandalose: c’è vita fuori dalla mela. Esistono storie, progetti, passioni e modelli di scarpe che non vengono rappresentati sui cartelloni pubblicitari, non trovano posto nel linguaggio, non hanno voce in capitolo nell’immaginario collettivo e nelle stanze dove si dettano le leggi. Fuori dalla griglia onnivora dell’eterosessualità e del potere maschile ci sono mondi e frutti diversi. Per esempio ci sono le lesbiche, ci sono le femministe, e tutte le donne che non si piegano all’ordine impartito dalla cosiddetta normalità.

   Vi aspettiamo per parlarne insieme all’autrice ed ascoltarne alcuni frammenti

 Venerdì 16 Novembre 2012

 ore 18.30

 

Casa Internazionale Delle Donne

Via San Francesco di Sales 1/B

 INGRESSO SOLO DONNE

 Per info: contatti@clrbp.it

 

 

 

 

R/esistenze lesbiche nell’Europa nazifascista


11.02.11_libro_r-esistenze_lesbiche_mini

Venerdì 11 Febbraio  2011

ore 18.30

 Coordinamento Lesbiche Romane

Area Cultura Casa Internazionale Delle Donne

 

presentazione del  libro

R/esistenze lesbiche

nell’Europa nazifascista

 

a cura di Paola Guazzo, Ines Rieder, Vincenza Scuderi

il libro: raccolta di saggi di studiose internazionali che affronta per la prima volta in Italia la questione dell’oppressione e della resistenza delle donne omosessuali sotto i nazifascismi europei

 Paola Guazzo ne parla con: Antonella Petricone e Monica Cristina Storini

Centro Femminista Separatista

c/o Casa Internazionale delle Donne

Via S. Francesco di Sales 1/b

 Evento solo donne

Stop Movie di Cristina Zanetti

stop movie di cristina zanettiCentro Femminista Separatista

Area Cultura Casa internazionale Delle Donne

presentano il libro

STOP MOVIE  L’ingrato compito di vivere al passato

di Cristina Zanetti

Sabato 28 novembre 2009 ore 19.00

Il libro: La fine può essere un nuovo inizio. La morte della madre, incipit del romanzo, separa con un segno netto il tempo del prima e del dopo. È finito il lungo, faticoso, claustrofobico percorso familiare e può finalmente iniziare la nuova vita della protagonista. Destinazione? Ignota. Non importa la meta, quello che conta è il viaggio. Ma a un certo punto tutto crolla addosso: la nuova vita, che aveva così tenacemente costruito, perde di senso e la nuova sconfitta si materializza nella fine dell’amore. Le probabilità che ha di cavarsela equivalgono a premere lo stop.

Sarà ospite l’autrice 

Sala Simonetta Tosi c/o Casa Internazionale delle Donne Via S. Francesco di Sales 1/b

Per Info:  contatti@clrbp.it – tel. 066864201

Fuori della norma – Storie lesbiche nell’Italia della prima metà del Novecento

Fuori della Norma - Storie lesbiche nell'Italia della prima metà del Novecento

 

Il Centro Femminista Separatista vi invita alla presentazione del libro FUORI DELLA NORMA, Storie lesbiche nell’Italia della prima metà del Novecento – A cura di Nerina Milletti e Luisa Passerini

Autrici: Elena Biagini, Alessandra Cenni, Nerina Milletti, Nicoletta Poidimani, Gabriella Romano, Laura Schettini

Ospiti: Elena Biagini e Nerina Milletti
In programmazione il 14 maggio 2007 in Via S. Francesco di Sales, 1B
L’amore tra donne in Italia non fu soltanto negato o non visto, ma se ammesso era considerato irrilevante come realtà umana e culturale.

Su questa base si giustifica l’originalità di questo libro nel panorama nazionale: «il primo libro sulla storia lesbica italiana del Novecento».

a seguire… verrà offerto un cocktail

Vi invitiamo a venire in tante a questo evento, aperto a sole donne
Per informazioni scrivete a: contatti@clrbp.it

Vi aspettiamo!!!

UA-37150046-1